L'inizio della carriera

Colin McRae ha ereditato il pallino per i motorsport da suo padre Jimmy, famoso per aver vinto gli ultimi cinque titoli britannici nel 1988. A quel tempo Colin si stava già facendo un nome nei team giovanili.

Fu una corsa impressionante per il sesto posto in una Ford Sierra in occasione del Rally RAC nel 1990 - con tre vittorie di tappa - che fece guadagnare la fama a McRae nonché l'ingaggio di David Richards, il capo di Prodrive e del programma di rally Subaru. Nel 1991, dominò il British Rally Championship e fu a capo dell'RAC Rally a titolo definitivo per alcune tappe.

Richards decise che il giovane scozzese era pronto per altre gare del Campionato mondiale del Rally nel 1992 e lo accoppiò a Subaru con Ari Vatanen.

Ottenere il secondo posto sulle nevi della Svezia fu un inizio incredibile per McRae, ma furono le sue avventure al Rally Finlandia a consolidare la sua reputazione per spingere i limiti. Sui percorsi più veloci del rally, ha fatto rotolare due volte a terra la sua Legacy, ma in qualche modo è sempre riuscito a recuperare, finendo ottavo.

Una stella nascente

Nel 1993, McRae ottenne la sua prima vittoria nel WRC in Nuova Zelanda nonché la prima e unica vittoria sulla scena mondiale per la Legacy. Nel 1994 Subaru introduce Impreza e porta il due volte campione del mondo Carlos Sainz come compagno di squadra di McRae. I due piloti avevano stili contrastanti e divennero fieri rivali negli anni seguenti. Questa rivalità raggiunse il culmine nel 1995 mentre lottavano per vincere il campionato.

Durante il penultimo round in Spagna, Richards ordinò ai suoi uomini di mantenere la posizione - Sainz alla testa di McRae - per assicurarsi che Subaru conquistasse il titolo della casa. McRae non fu altrettanto entusiasta dell'idea e sorpassò il compagno di squadra. Ma alla fine Colin effettuò controvoglia la sua manovra in ritardo, permettendo così a Sainz di vincere.

Innervosito, McRae batte Sainz e vince il RAC Rally e il titolo, diventando il primo campione britannico del mondo rally. A 27 anni diventa inoltre il campione del mondo più giovane della storia, un primato che detiene tuttora. Questo celebre titolo fu vinto su gomme Pirelli.

Puntare sul successo

Negli anni successivi tentò di ripetere questo successo, tuttavia Tommi Makinen e Mitsubishi ebbero la meglio con quattro titoli consecutivi. Alla fine del 1998, McRae lascia Subaru per Ford e firma un accordo multimilionario per guidare la nuova Focus World Rally Car.

La migliore possibilità per McRae di ottenere un secondo titolo WRC arriva nel 2001, in una "Battle of Britain" contro l'inglese Richard Burns. McRae era in testa nel giro finale in Galles quando si è schiantato, perdendo sul colpo ogni speranza residua. Nel 2002, ulteriori vittorie in Grecia e Kenya lo hanno reso il primo pilota a raggiungere 25 vittorie, tuttavia furono le ultime.

McRae non aveva finito di competere quando la sua vita fu tragicamente interrotta nel 2007 dopo che l'elicottero che stava pilotando si schiantò vicino alla sua casa in Scozia. Per molti, egli rimane e rimarrà per sempre il più grande pilota di rally che sia mai esistito.

Continua a leggere