Una sorpresa speciale

Una sorpresa speciale 01

Per Pirelli, Monza è un Gran Premio speciale.
Il nostro quartier generale, in linea d’aria, non dista più di 15 km dall’Autodromo di Monza ed anche per questo lo riteniamo il Gran Premio di casa.

Quest’anno abbiamo voluto rendere il GP di Monza speciale, con una sorpresa del tutto inaspettata, anche per tre appassionati degli sport automobilistici. 

Andrea, Giuseppe e Marco sono grandi appassionati di F1®, hanno in comune la passione per il motorsport e e amano condividere i loro punti di vista sulle corse e sui loro protagonisti attraverso i loro account social media o attraverso le pagine dei loro blog.

L’idea era quella di condividere la nostra passione per le corse e per il nostro lavoro, facendo vivere ai nostri ospiti tutto quello che facciamo durante i fine settimana di gara. 

Per Andrea e Giuseppe, il weekend è iniziato già venerdi pomeriggio, quando hanno potuto visitare il nostro centro di Sperimentazione di Bicocca, dove vengono effettuati alcuni dei test sugli pneumatici sia in ottica stradale che in quella sportiva.

La visita li ha poi portati alla Fondazione Pirelli, dove sono raccolti documenti, fotografie storiche e tutto l’archivio di bozzetti e disegni originali che, nel tempo, artisti e creativi di fama mondiale hanno realizzato per Pirelli. Per i due appassionati di racing, abbiamo aperto l’archivio di immagini e fotografie di oltre 100 anni di impegno di Pirelli nel Motorsport.

Una sorpresa speciale 02

Sabato è iniziato il vero e proprio weekend motoristico: si sono aperte le porte del Paddock Club, posto esattamente al di sopra della pit lane dell’autodromo. Un punto di vista unico da cui assistere alla giornata di qualifiche per il GP di Monza, che per la cronaca ha visto il dominio delle Mercedes, seguite in seconda fila dalle Ferrari. A dirla tutta non ci è bastato vedere la pit lane dall’alto: poco dopo l’abbiamo percorsa tutta, durante il pitwalk a noi riservato, entrando anche nei box dei team.

Tornati al Paddock Club i nostri ospiti hanno potuto incontrare i protagonisti del Motorsport Pirelli: Mario Isola, racing manager, e Roberto Boccafogli, con cui hanno scambiato commenti tecnici, domande e curiosità. 
Quindi doppia ciliegina sulla torta: l’incontro con Valtteri Bottas prima e con Jenson Button poi. 
Ma le emozioni del sabato non finiscono qui: al termine delle qualifiche ufficiali si scende al Paddock, il Sancta Sanctorum di tutti gli appassionati di F1®. La nostra meta sono la Fitting Area e il Motorhome Pirelli. Qui l’incontro con il Direttore Motorsport Paul Hembery al quale, per oltre 40 minuti, hanno potuto rivolgere domande di ogni tipo (alcune anche molto tecniche).

La domenica di gara è trascorsa invece all’Hospitality, l’area che Pirelli allestisce ogni anno tra i Paddock e la variante Ascari e che ospita clienti, addetti ai lavori, ospiti e dipendenti e questa volta anche i nostri entusiasti. La giornata è scandita da incontri con i protagonosti della F1®, piloti e tecnici, sessioni al simulatore di guida fino al momento clou, poter seguire la corsa dalla tribuna Ascari.

Al termine della due giorni nel Tempio della Velocità monzese un’altra sorpresa era riservata al più attivo dei tre ospiti sui social media: una show-tyre di F1® personalizzata per l’occasione da uno degli sgorbiatori di Pirelli,  uno degli “artigiani”, che ancora a mano e in prima persona, aiutato da sofisticati strumenti di precisione, realizza il battistrada di prova degli pneumatici e che domenica ha inciso sotto il profilo del circuito di Monza anche il nome del vincitore.

Il coinvolgimento di appassionati del mondo Pirelli non si esaurisce con il Gran Premio di Monza appena passato. Tantissime sono le occasioni in cui Pirelli è protagonista e che vale la pena vivere insieme. Diventare un appassionato lettore delle nostre storie e seguirci assiduamente sui nostri canali Social Media ti permetterà di scoprire tante occasioni per vivere il mondo di Pirelli insieme.

Continua a leggere