Spa rivista

Quanti?
Spa è una pista davvero gigantesca: il circuito di F1® più lungo attualmente in uso (anche se è ancora niente rispetto al tracciato più lungo nella storia della Formula 1®, quello di Pescara usato – una sola volta – nel 1957, che misurava poco più di 25 km con due rettilinei da sei chilometri, un gran premio di 18 giri e il miglior tempo sul giro di quasi 10 minuti).
Numeri sicuramente impressionanti, ma quelli dell’ultima visita di Pirelli a Spa-Francorchamps lo scorso mese lo sono altrettanto, anche se in un contesto diverso. Si trattava infatti della 24 Ore di Spa: l’evento più importante per l’Azienda italiana in termini di pneumatici, logistica e ore di lavoro. Il Gran Premio del Belgio di quest’anno probabilmente durerà 1 ora e 20 minuti, senza periodi di safety car o sospensioni (il che è tutt’altro che garantito). La 24 Ore di Spa è durata 18 volte di più, con il triplo di vetture. Un’avventura gloriosa, esattamente come negli anni 50 in termini di numeri...

Un numero record di pneumatici
Tutto questo  ovviamente significa un’enorme quantità di pneumatici preparati e consegnati: il numero maggiore mai fornito da Pirelli durante un singolo evento. In totale tra slick e wet, 10.724 pneumatici sono stati consegnati agli 11 Costruttori presenti alla 24 Ore di Spa. Erano 65 le macchine sulla griglia di partenza e la BMW vittoriosa ha percorso 531 giri (rispetto ai 44 che completerà il vincitore del gran premio di domenica). Tutti i piloti al traguardo complessivamente hanno percorso 29.629 giri, ovvero 207.521 chilometri: più di metà distanza tra la terra e la luna. Numeri che hanno superato il precedente record sulla distanza nella 24 Ore di Spa, quello del 2013 di 21.086 giri. Visto che Pirelli è fornitore unico della Blancpain GT Series, di cui la 24 Ore di Spa è il cuore, tutte queste distanze fenomenali sono state percorse con successo esclusivamente sulle gomme italiane. 

Una fitting area con steroidi
In Formula 1®, la fitting area Pirelli – dove i pneumatici vengono montati sui cerchi – è di norma situata all’interno o vicino al paddock: nelle gare europee in due tende, o a volte in una struttura più permanente nei round oltreOceano. Alla 24 Ore di Spa, non è una vera fitting area ma un fitting village, in quanto l’intera operazione ha dovuto essere collocata a Blanchimont per allestire l’intera infrastruttura (trasportata da una flotta di 24 bisarche). 
Un montatore esperto in Formula 1® può preparare una ruota con pneumatico dall’inizio alla fine in circa due minuti e mezzo. Ma con un tale enorme volume di pneumatici richiesti alla 24 Ore di Spa, in media nelle prime 20 ore di gara è stato montato un pneumatico ogni 21 secondi, da due ‘linee di produzione’ dedicate – con un incredibile output massimo di un pneumatico ogni 14 secondi durante l’ora clou. 
A ogni gran premio ci sono circa 18 tyre fitters: più del doppio alla 24 Ore di Spa, che hanno lavorato a turni per una giornata intera. 

La punta dell’iceberg
Ciò che rende tutto questo ancor più incredibile è che i suddetti numeri si riferiscono solo alla 24 Ore di Spa, e non anche alla grande quantità di gare di supporto, come il Lamborghini Super Trofeo, sempre fornito in esclusiva da Pirelli. 
Allo stesso modo, questo weekend Pirelli fornirà anche GP2 e GP3 Series, che riprendono al fianco della F1® dopo il break estivo. Come sempre a Spa, la sfida per i pneumatici è considerevole. Ma niente di nuovo per Pirelli – su una scala persino più grande.

Continua a leggere