Lamborghini World Finals are back

Show more images

Tornano le finali Lamborghini un weekend di gare, in cui i piloti e le loro Lamborghini diventano i veri protagonisti. Dopo l'annullamento lo scorso anno in seguito alla pandemia da Covid-19, il Lamborghini Super Trofeo World Finals di fine stagione è stato accolto con entusiasmo nel calendario delle gare automobilistiche nell'ultimo weekend di ottobre presso il Misano World Circuit Marco Simoncelli in Italia.

Per gli amanti della Lamborghini, si tratta della più vasta collezione di auto Huracán Super Trofeo Evo che è possibile ammirare in tutto il mondo. Dalle corse su pista agli hot lap VIP, fino alle esibizioni e all'Open Paddock, le World Finals sono veramente un evento di punta non solo per il calendario del GT Racing, ma anche per quello di Pirelli – il partner esclusivo per gli pneumatici di Lamborghini.

Oltre alla gara di durata 24 Ore di Spa in Belgio, le World Finals rappresentano uno dei weekend più impegnati per la società. Un totale di 55 auto era in lizza per il weekend delle World Finals, e ognuna richiedeva un numero tale di pneumatici simile a quello che serve per correre tutta la stagione.

I vincitori

I campionati regionali hanno visto la loro conclusione venerdì sera, con Richard Antinucci  di Dream Racing Motorsport – nipote dell'ex pilota di IndyCar e Formula 1 Eddie Cheever – che ha ottenuto il suo terzo titolo nordamericano, e Kevin Gilardoni e Leonardo Pulcini (Oregon Team) che si sono assicurati il titolo europeo in modo spettacolare, dopo una gara estenuante sul finale con il rivale al titolo.

Nelle World Finals vere e proprie, le previsioni vengono di solito gettate dalla finestra in quanto team e piloti ce la mettono tutta per ottenere il titolo mondiale del Lamborghini Super Trofeo. E fedele alla regola, il team meno favorito di Karol Basz VS Racing– competitor di esperienza al Super Trofeo – e il campione di Go Kart Mattia Michelotto hanno prevalso dominando entrambe le gare con due pole.

Come funziona la gara

Il formato di gara del Lamborghini Super Trofeo è abbastanza semplice: sono presenti quattro diverse classi, ognuna definita dalla velocità e dall'esperienza dei piloti coinvolti. Le classi sono Pro, Pro-Am, Am e Lamborghini Cup. L'ultima è per i principianti, o piloti gentleman che sono all'inizio della loro carriera oppure desiderano correre per divertimento. Nei campionati regionali, queste classi corrono tutte insieme, in due gare da 50 minuti che richiedono un pit-stop obbligatorio tra il 20° e il 30° minuto.

Per le World Finals, il formato a due gare è lo stesso, ma per evitare una colossale griglia di partenza a 55 auto, le classi Pro e Pro-Am corrono insieme, mentre le categorie Am e Lamborghini Cup sono in combinazione.

Il weekend dedicato alle World Finals è organizzato in quattro giornate, con i campionati regionali che vengono decisi tra il giovedì e il venerdì, mentre il fine settimana ospita le gare per incoronare il vincitore delle World Finals. È veramente un momento speciale.

Azione sia all'interno che all'esterno del circuito

Ma la gara non si svolge solo sul circuito. Lamborghini offre un'esperienza unica per chiunque partecipa alle World Finals. Misano ha ospitato le prime World Finals dal 2019, e i fan e gli spettatori hanno potuto ammirare una esposizione di gloriose auto da strada Lamborghini Huracán su tutta l'area paddock.

Alcuni fortunati si sono goduti anche una dimostrazione di abilità attorno al paddock, seguita da un hot lap del circuito da parte di uno degli istruttori piloti di corsa professionisti, mentre l'Urus fuoristrada è stata messa a dura prova su un percorso sterrato vicino.

Inoltre, la potente hypercar da pista ispirata all'Aventador di Lambroghini  – Essenza SCV12 – è stata esposta in due fasce orarie nel corso del weekend, mettendo in luce l'incredibile tecnologia dell'operazione Squadra Corse di Lamborghini. Tutte le auto, naturalmente, erano equipaggiate con gli pneumatici Pirelli P Zero, a testimonianza del consolidato rapporto tra Lamborghini e Pirelli, che risale alla fondazione di Lamborghini nel 1963.

Continua a leggere