La carica dei giovani tori

Show more images

Arrivare come un uragano
Qual è il modo migliore per avere un sedile in Lamborghini nella Blancpain GT Series? La risposta è semplice: guidare già una Lamborghini. Il Lamborghini Super Trofeo è progettato non solo come un evento di supporto spettacolare per i massimi livelli delle gare GT in tutto il mondo, ma anche come un mezzo che ha già in sé un fine, oltre a essere uno step di valore per la carriera di qualunque giovane pilota. 
Basta dare un’occhiata alla Huracan LP 620-2 Super Trofeo per vedere di cosa si tratta. Il missile appuntito produce circa 620 cavalli da un motore V8 5,2 litri e può spingere la macchina a oltre 300 km/h: stiamo parlando di livelli di performance non molto lontani da quelli della Formula 1. Tre secondi per passare da 0 a 100 km/h. È una vettura che richiede massima concentrazione. 
Ma non c’è un solo campionato Super Trofeo: ce ne sono ben quattro in tutto il mondo. Grazie alle Serie in Europa, Asia, Nord America e Medio Oriente, il Super Trofeo è un’accademia del motorsport davvero globale, che ha già aiutato molti giovani piloti a fare il salto ai vertici delle gare endurance, sia nel Blancpain GT Series sia in altri campionati. 
In totale, ogni anno ci sono circa 42 gare del Super Trofeo in tutto il mondo, più due prestigiose finali mondiali, e ognuna prevede circa 130 chilometri di gara. Parliamo quindi di circa 5.720 chilometri di competizione all’anno, qualifiche e prove escluse. Una gran bella spinta: in ogni senso.

I ragazzi sono contenti
È questo, più la potenza e il divertimento delle macchine, che rende il Super Trofeo così popolare tra i giovani piloti. Quest’anno circa metà dei partecipanti ha meno di 25 anni e hanno l’opportunità di imparare da piloti più esperti su un campo in cui giocano alla pari, grazie a quattro classi distinte: Pro, Pro-Am, Am, e la Lamborghini Cup (per i rookies). Circa 35 vetture Super Trofeo prendono il via di ogni gara, con circa 67 piloti (dato che alcune macchine vengono condivise). Ogni griglia è affollata e possono esserci 10 o più auto Pro con piloti tra i 18 e i 25 anni. Questo livello di competizione elevato lo rende un trampolino di lancio per i giovani piloti che vogliono salire di grado. Se il Super Trofeo ovviamente è la scuola perfetta per una carriera nel GT o nell’endurance, la trazione posteriore della Huracan, oltre alla sua guidabilità diretta, la rendono simile a una monoposto. Una carriera iniziata nel Super Trofeo può portare praticamente ovunque. I piloti più giovani in campionato hanno solo 17 anni, ma ci sono state anche delle star, come il motociclista Andrea Dovizioso e l’ex-pilota di F1® Nicola Larini.

Show more images

Pneumatici unici per una vettura unica
Le macchine ovviamente sono identiche, per rendere il talento di guida l’unico denominatore, e un’altra cosa che hanno in comune (come per qualunque altra Lamborghini prodotta, sia per la strada sia per la pista) sono i pneumatici Pirelli. Pirelli realizza una gomma specifica per il campionato Super Trofeo, usando quanto appreso dal Blancpain GT Series, dove corre la sorella maggiore della macchina del Super Trofeo – la Huracan GT3. Questa esperienza arriva ai piloti del Super Trofeo come esperienza completa: c’è uno schema di insegnamento, dove i piloti top del Lamborghini GT3 aiutano giovani selezionati del Super Trofeo, percorrendo a piedi la pista con loro, aiutandoli a identificare i possibili errori: in pista e fuori. Il Super Trofeo porta anche un tocco di glamour nel paddock, grazie alle molte supercar presenti (che di solito formano un parcheggio multicolore unico) e a hospitality di livello. 
Ma se Lamborghini è un gigante dell’auto, il Super Trofeo mantiene ancora un’atmosfera familiare, offrendo ai giovani piloti l’ambiente giusto in cui crescere. Per poi, se lo vorranno, passare a categorie ancora più grandi e competitive.

Continua a leggere