La (lunga) storia
di Pirelli nel GT

Show more images

La genesi
Oggi GT è sinonimo di competizioni in circuito ma in origine si trattava di corse su strada: ecco il perché del nome ‘grand touring’. E touring non potrebbe essere più grandioso di guidare in tutto il mondo. 

La prima grande vittoria di Pirelli nel motorsport arrivò nel 1907 nella Pechino-Parigi, quando il Principe Scipione Borghese vinse la maratona di 15.000 chilometri su una Italia 7 litri gommata  Pirelli. La macchina restaurata è ancora visibile al Museo dell’Automobile di Torino e quella fu effettivamente la prima vittoria Pirelli nel ‘GT’.

La fama sportiva dell’azienda sarebbe cresciuta nei gran premi dagli anni Venti, ma molti successi degni di nota arrivarono anche nell’endurance, e adesso Pirelli è un supporter chiave delle gare GT nel mondo, con 224 campionati automobilistici. Più di quanto ci sia mai stato, ma la presenza di Pirelli nel GT è sempre stata un punto cruciale dell’heritage dell’azienda italiana, collegando strada a pista.

La reputazione di Pirelli nel GT fu lanciata grazie a diverse vittorie alla Mille Miglia, la celebre gara stradale italiana seguita da milioni di persone, che ha alimentato la popolarità delle vetture GT e delle Case che le producevano.

Nel 1954, Pirelli vinse anche la 24 Ore di Le Mans con Maurice Trintignant e Jose Froilan Gonzalez su una Ferrari 375 MM. Tre anni prima, Gonzalez aveva portato per la prima volta la Ferrari al successo in F1®, a Silverstone, sempre con Pirelli. Tre anni dopo arrivò la vittoria alla 12 Ore di Sebring (forse la seconda gara di durata più famosa al mondo) con la Maserati 450S guidata dalle leggende dei gran premi Juan Manuel Fangio e Jean Behra. Pochissime altre aziende hanno una storia così illustre nel GT come Pirelli. 

Le gare GT nell’era moderna
Negli anni Settanta il focus Pirelli si spostò sui rally, prima di un ritorno alla Formula 1® negli Ottanta. Il successo nelle maggiori gare automobilistiche arrivò nuovamente negli anni Novanta, con le vittorie alla 24 Ore di Daytona – la prima nel 1995 con la Ferrari – come parte di un più ampio impegno nel campionati IMSA in Nord America.

Circa nello stesso periodo, iniziava un revival del GT con il FIA GT Championship, dove Pirelli ha fornito nel corso degli anni molti team di successo. Ha anche fornito molti monomarca, come Ferrari Challenge, Lamborghini Super Trofeo e Maserati Trofeo. Questi campionati rappresentano un trampolino per i giovani piloti che vogliono salire a più alti livelli delle corse GT, sottolineando la filosofia Pirelli di offrire opportunità ai talenti del futuro.

Nel 2012, Pirelli ha iniziato a fornire in esclusiva il FIA GT Championship, cui un anno dopo si è aggiunta la Blancpain Endurance Series. Questo rapporto prosegue tuttora, con le due serie oggi unite nella Blancpain GT Series con 10 eventi l’anno: cinque di endurance e cinque sprint. L’highlight è la 24 Ore di Spa, il maggior impegno dell’anno nel motorsport per Pirelli, con oltre 10.000 pneumatici forniti. 

Prossimo passo?
Per il 2017, la Blancpain GT Series diventa più grande e più bella. Ci sono più promozione, più iscritti e più opportunità per sfruttare le circa 1.400 vetture GT3 che sono state costruite da quando la formula è stata inaugurata. È nato un nuovo campionato in Asia per portare il format consolidato del Blancpain nel mercato asiatico in crescita. Anche la serie parente ha una partnership con il Pirelli World Challenge, che rafforza il suo ruolo come serie GT leader in Nord America.

Oltre a tutto questo, Pirelli fornisce un numero sempre crescente di campionati GT nazionali in nazioni che includono Italia, Germania, Gran Bretagna, Francia, Australia e Cina. Anche la FIA GT World Cup, che si svolge ogni anno sull’emozionate circuito cittadino di Macao, fa parte del portfolio Pirelli, come la sempre più popolare 12 Ore di Bathurst sullo spettacolare Mount Panorama Circuit in Australia. Queste gare attraggono il supporto di molti dei più prestigiosi costruttori automobilistici, oltre a una schiera di piloti di livello mondiale.

In molti di questi eventi, i regolamenti GT3 sono alla base delle auto, ma alcuni adottano quelli delle GT4 per macchine più piccole e più abbordabili. La GT4 European Series è riservata a questa classe e sempre fornita da Pirelli con pneumatici simili a quelli high-performance equivalenti per le stradali.

Come abbiamo visto, Pirelli ha una lunga storia nelle gare GT e a ogni stagione scrive nuovi capitoli in tutto il mondo. Quindi perché non assistere a una di queste gare quest’anno e scoprire direttamente altre novità?

Continua a leggere