L’avventura americana
di Pirelli

Show more images

Sfidare il mondo in un teatro di sogni 
Questo weekend, inizia quello che probabilmente è il campionato di motorsport più popolare al mondo – e no, non si tratta della Formula 1. Ovviamente, dipende da quello che si intende per ‘popolare’ ma, con non meno di 25 costruttori che prendono parte al Pirelli World Challenge, in sette classi, il suo segno distintivo nel panorama automobilistico è indiscutibile. 
Una delle cose che identificano questo campionato è la qualità stessa dei costruttori rappresentati: macchine che fanno letteralmente sognare chi le osserva. Macchine che ti fanno desiderare di andare più veloce, di diventare un pilota. 
E quelle macchine sono intrinsecamente legate a Pirelli, dato che il Pirelli World Challenge non è un semplice accordo di sponsorizzazione, ma va oltre. 
La maggior parte delle supercar presenti al Pirelli World Challenge, che si svolge in 11 dei più bei circuiti degli Stati Uniti, ha scelto i pneumatici Pirelli come primo equipaggiamento, sottolineando lo status dell’azienda italiana come leader mondiale in fatto di gomme performanti. 
È anche uno dei campionati più longevi al mondo, che mixa circuiti tradizionali con nuove eccitanti location. Quest’anno il Pirelli World Challenge è al suo 29° anno: e prenderà il via a breve al circuito di St Petersburg in Florida.

Show more images

Una passione per l’auto che guida una nazione
Le macchine sono insite nella cultura americana come gli hamburger e i drive-in. In effetti, non ci sarebbero McDrive e cinema all’aperto se non fosse per le auto con cui la gente di arriva. E questo entusiasmo per tutte le cose legate all’automobile è particolarmente evidente quando si tratta del Pirelli World Challenge, regolarmente seguito da folle record. 
In parte per l’inclusività del paddock: non c’è ‘loro e noi’ in questo campionato tutto americano. La gente è spronata ad avvicinarsi alle macchine, incontrare i piloti e camminare nel paddock. Una specie di grande famiglia di appassionati di motori. E chi non può andare alle gare, può seguirle in live stream: e anche in questo caso, senza diritti o barriere geografiche. Il Pirelli World Challenge porta le supercar vicino alla gente – e l’audience si estende ben oltre l’America.
Uno dei top driver, per esempio, è Alvaro Parente: un campione portoghese dal grande talent che in passato è stato compagno di squadra con la leggenda del WRC Sebastien Loeb, quando correvano insieme nel FIA GT su una McLaren.
La McLaren è solo uno dei marchi presenti nel Pirelli World Challenge, assieme a quasi tutti gli altri costruttori premium e prestige che vi vengono in mente. Cosa che non sorprende, conseeiderando che in termini di imagine l’America è il più importante mercato automobilistico al mondo. Ecco perché Pirelli ha aperto la sua prima boutique P Zero World a Los Angeles – ed ecco perché il Pirelli World Challenge è così importante per l’azienda italiana.

Da Amelia a Peter
Non da A a  B, ma da A a P… che sta per St Petersburg, Florida. Questo circuito cittadino, soprannonimato ‘St Pete’, questo weekend ospita il primo round del Pirelli World Challenge e arriva subito dopo un altro importante evento per Pirelli: l’Amelia Island Porsche Werks Reunion, organizzata dal Porsche Club America, di cui Pirelli è sponsor. 
St Pete è a circa quattro ore e mezza a Sud-Ovest da Amelia Island, in quello che probabilmente è uno dei percorsi più belli al mondo, al centro della Florida. La pista stessa è stupefacente e ha regolarmente ospitato la Indycar dalla sua inaugurazione nel 1985, anche se nel corso degli anni la configurazione è molto cambiata. 
Il circuito di St Petersburg è la risposta della Florida a Monaco, con un layout elaborato lung oil porto e barriere che non perdonano e che puniscono chiunque commetta  un errore. Soprattutto, è un posto splendido dove iniziare la stagione, con il sole e il glamour della Florida che riflettono tutti i valori del Pirelli World Challenge. Se volete vedere gare epiche in uno scenario splendido in compagnia di personaggi noti, il Pirelli World Challenge è una delle destinazioni del motorsport da non perdere quest’anno. Non ve ne pentirete. 

Continua a leggere