L’arte
dell’ubiquità

L’ARTE  DELL’UBIQUITÀ

Un insieme di campionati mondiali
Potreste pensare che la Formula 1® sia sufficiente per tenere occupata qualunque azienda di pneumatici per la maggior parte dell’anno. Ma, allo stato attuale, la F1® è solo uno dei circa 300 campionati in cui Pirelli è coinvolta in tutto il mondo – coprendo le due e le quattro ruote – in circuito e anche nei rally. 
La maggior parte delle gare è spalmata nel corso dell’anno, ma di tanto in tanto c’è una tempesta perfetta di coincidenze che portano a tutti questi eventi in contemporanea. Questo weekend è proprio una di quelle occasioni. 
C’è il Gran Premio di Germania di F1® – che ritorna a Hockenheim per la prima volta dopo due anni – ma a 320 chilometri, in Belgio, si svolge anche la 24 Ore di Spa: l’evento più grande e più impegnativo a livello logistico nel motorsport per Pirelli dell’intero anno, che è anche l’highlight della Blancpain GT Series.
Ma non è tutto. È anche lo stesso weekend del Rally di Finlandia – il rally più veloce e spettacolare del World Rally Championship – per non parlare del Ferrari Challenge a Sochi (Russia), del Lamborghini Trofeo sempre a Spa, del Pirelli World Challenge a Mid-Ohio (USA) e della Porsche Cup in Australia. E, ovviamente, sempre in Germania ci sono la GP2 e la GP3. A Silverstone, c’è anche la Silverstone Classic per auto d’epoca, dove Pirelli è sponsor di una gara di restauro Porsche. L’azione non potrebbe essere più variegata. E stiamo parlando solo dei maggiori eventi internazionali: perché poi c’è molto altro a livello nazionale.
In totale questo sarà uno dei weekend del motorsport più impegnativi dell’anno per Pirelli, con circa 25.000 pneumatici da corsa che saranno forniti a tutti questi campionati in tutto il mondo. 

L’ARTE  DELL’UBIQUITÀ 2

Simili ma diversi
Ciò che tutti questi diversi campionati hanno in comune – tranne quelli motociclistici (dove i pneumatici si chiamano Diablo) e di rally (chiamati Scorpion) – è il nome P Zero: un simbolo della più elevata qualità in fatto di pneumatici Ultra High Performance.
Ciascuno è studiato per stili di utilizzo molto differenti: un pneumatico di Formula 1® deve dare le sue migliori prestazioni per circa 100 chilometri, durando forse mezz’ora, mentre un pneumatico endurance è progettato per effettuare più stint di un’ora o anche più. 
Di conseguenza il modo in cui tutti i pneumatici motorsport sono concepiti è piuttosto diverso, ma le metodologie di design e le tecniche di produzione sono simili (in effetti, tutti i pneumatici motorsport sono prodotti nella stessa ‘factory of champions’ a Izmit in Turchia; ora supportata da una seconda motorsport factory a Slatina, in Romania).
I pneumatici per GT e campionati monomarca in particolare sono molto vicini ai loro equivalenti stradali, dato che qusti campionati si basano sulle stesse supercar che potete acquistare negli showroom più prestigiosi al mondo. Per quanto riguarda il rally, il legame con la strada è ancora più evidente: per la natura stessa dello sport, le macchine sono guidate anche su strade pubbliche, davanti a un pubblico stimato in circa un milione di spettatori in Finlandia. 

L’ARTE  DELL’UBIQUITÀ 3

Motorsport nel cuore del brand
“Pochissime aziende hanno il motorsport nel cuore del loro brand come noi”, commenta il direttore motorsport Pirelli Paul Hembery. “Lo consideriamo la più grande struttura di ricerca e sviluppo che abbiamo”.
Ovviamente, con così tante attività nel corso di un solo weekend, c’è anche un’immensa operazione logistica da portare avanti. Con Spa e Hockenheim così vicine, lo stesso Hembery sarà presente a entrambe le gare. Ma, in generale, tutte le operazioni motorsport Pirelli sono suddivise in business unit che operano in modo indipendente, ma con un approccio comune che alla fine confluisce nella produzione per le auto di serie. 
Questo vale tanto per le gare in Europa quanto per quelle in Australia e negli Stati Uniti – dove Pirelli ha un altro centro ricerca oltre a quelli in Italia, che porta avanti progetti in associazione con alcune delle più importanti università americane.
Il moderno motorsport è davvero un business globale, quindi il successo non arriva se non operando a livello internazionale. Una delle illustrazioni più chiare di questa attività internazionale sarà il sorprendente totale delle attività motorsport Pirelli in un unico weekend, attraverso ogni continente. Con l’eccezione dell’Antartide (per ora) – anche se i pneumatici winter da rally Sottozero sarebbero garanzia di prestazioni perfette anche là… 

Continua a leggere