Gli eroi della Blancpain GT Series:
uomini e macchine

Show more images

Dalla macchina di James Bond…
La Blancpain GT Series 2017 prende il via questo weekend a Misano, e Pirelli sarà nuovamente protagonista dell’azione con alcune delle realtà più incredibili, come fornitore unico di pneumatici. 

Sulla griglia, alcuni dei costruttori automobilistici più prestigiosi al mondo. Anche se queste macchine da corsa sono leggermente diverse dalle loro equivalenti stradali, una delle molte cose che hanno in comune sono i pneumatici Pirelli, dato che il brand italiano è sinonimo di marchi di prestigio su strada e in pista. 

Questi brand leader sono rappresentati da top team, che si sono guadagnati la fama dell’eccellenza ai massimi livelli del motorsport professionistico. Tra i team in lotta per il Titolo, per esempio, c’è il Bentley Team M-Sport, che schiera due esemplari di Continental GT3. Una macchina ha un equipaggio tutto britannico, che rispecchia i ‘Bentley Boys’ che dominavano Le Mans negli anni 20. L’altra vede delle star internazionali che arrivano da campionati monoposto e turismo. Poi ovviamente c’è l’Aston Martin, che per molti è l’auto per eccellenza di James Bond. Ma nei primi libri di Ian Fleming, 007 in effetti guidava una Bentley Continental. 

Se i romanzi di James Bond fossero scritti oggi, probabilmente guiderebbe una McLaren. L’iconico costruttore britannico quest’anno ha una presenza più forte che mai nella Blancpain GT Series, con un mix di star consolidate, tra cui Alvaro Parente, e giovani che si sono fatti conoscere nel kart, come Ben Barnicoat. 

…alla battaglia dei giganti tedeschi
La Mercedes è rappresentata dal Mercedes-AMG Team HTP Motorsport, supportato direttamente dalla factory e supervisionato da Toto Wolff, a capo anche del team che domina in Formula 1®. Tra i piloti Mercedes quest’anno l’ex-vincitore del Macau Grand Prix Edoardo Mortara, strappato all’Audi alla fine della scorsa stagione, e Maro Engel: l’ultimo vincitore della 24 Ore del Nurburgring. La AMG GT3 ha fatto il miglior tempo assoluto nel test pre-stagione al Paul Ricard e sembra la macchina da battere.

Uno dei team privati Mercedes più rispettati al mondo è il Black Falcon: hanno fatto un’improbabile partnership con la rock band americana Linkin Park alla 24 Ore di Spa dello scorso anno, a sottolineare l’appeal universale della Blancpain GT Series. Anche per le rock star.

Ovviamente tra i costruttori tedeschi la competizione è accesa: Audi ha avuto un successo fenomenale con la sua R8 LMS, facendo i migliori tempi nel primo giorno di test al Paul Ricard. Il gigante tedesco, rappresentato nella Blancpain GT Series tra gli altri dall’Audi Club Team WRT belga, ha un gruppo stellare di piloti ufficiali su cui contare: come la star del DTM Jamie Green, e il pilota di monoposto Jake Dennis.

Poi naturalmente c’è la BMW. La nuovissima M6 GT3 ha vinto la 24 Ore di Spa lo scorso anno – la gara più impegnativa in calendario – e nel 2017 ritorna con piloti che includono l’ex-collaudatore Red Bull F1® (e vincitore del Macau Grand Prix 2016) Antonio Felix da Costa. 

E i cavalli italiani. Per non parlare dei tori.
Abbiamo conosciuto i britannici e i tedeschi, adesso incontriamo gli italiani. Due dei brand  più importanti nella Blancpain GT Series sono ovviamente Ferrari e Lamborghini, che non hanno bisogno di presentazioni. Al test al Paul Ricard c’era il pilota ufficiale, ed ex-star della F1®, Giancarlo Fisichella. Lo scorso anno la Ferrari ha presentato la splendida 488 GT3, gestita da team famosi come AF Corse e Kaspersky Motorsport.

Ma il Cavallino Rampante deve confrontarsi con un toro alla carica: ovvero, la Lamborghini, un altro partner da sempre di Pirelli su strada e pista (dal 1968 ogni Lamborghini che esce dalla factory di Sant’Agata lo fa su pneumatici Pirelli). La Huracan GT3 è una protagonista possente, specie se nelle mani di piloti del calibro di Marco Mapelli: che di recente ha battuto il record al Nurburgring Nordschleife con la vettura di serie, usando dei pneumatici Pirelli sviluppati in modo specifico per la Huracan Performante stradale. 

O altre bestie?
L’elenco di animali non si ferma qui: tra gli iscritti anche una Jaguar, gestita da un team privato svizzero e guidata al Paul Ricard da un altro ex-pilota di F1®, Christian Klien.

Ma le creature più impressionanti sono sempre i piloti stessi. La Blancpain GT Series ha avuto la fortuna di vedere al volante alcuni giganti del motorsport: leggende come Valentino Rossi e, più di recente, Alex Zanardi. In termini di nomi di star, sia a bordo delle macchine sia in generale, pochi altri campionati offrono tanto. 

Continua a leggere