Formula 1® e non solo! Uno pneumatico per ogni campionato

Show more images

Se credete che il processo costruttivo dei pneumatici per auto da corsa sia più o meno sempre lo stesso, siete perdonati. La realtà, però, è diversa. Nel mondo esistono centinaia di tipi diversi di auto da corsa e tutti hanno bisogno di pneumatici che non solo si adattino al mezzo e alle sue caratteristiche, ma anche al tipo di gara.

La fama di Pirelli nasce soprattutto dal suo impegno nella Formula Uno. È il fornitore di pneumatici esclusivo di tutte le scuderie ai vertici delle corse automobilistiche, tra cui Mercedes, Ferrari e McLaren. 
Pirelli è orgogliosa tuttavia di collaborare anche con altri campionati, ed è qui che dà prova della sua grande versatilità in ambito motoristico. 

L’azienda italiana costruisce pneumatici capaci di garantire il massimo rendimento anche in altre gare motoristiche, fra cui quelle delle epiche Gran Turismo che sfrecciano sui circuiti da gran premio di tutto il mondo.
Le auto GT gareggiano in diverse categorie, dai modelli più costosi di altissima gamma alle macchine da corsa con prezzi «entry level». La sfida per Pirelli è produrre pneumatici adatti per auto che hanno peso, architettura e livelli di potenza molto diversi. Non è così scontato progettare un pneumatico che vada bene sia per un’auto da 1750 kg con 200 CV di potenza sia per un modello da 1000 kg e 500 CV. 

La stessa sfida si applica ad altre forme di corse su circuito. Alcuni piloti chiedono pneumatici sempre più durevoli perché non si possono permettere di ricomprarli nuovi a ogni gara, o addirittura ogni fine settimana. Comprendendo questa difficoltà, Pirelli produce una vasta gamma di pneumatici che si adattano tanto alle esigenze tecniche quanto a quelle di budget. Maggiore potenza significa un pneumatico posteriore più resistente. Un peso maggiore impone di rinforzare le spalle. Le gare sulle lunghe distanze hanno bisogno di una maggiore durata, quelle brevi richiedono mescole morbide per la massima aderenza.
In alcuni campionati si montano pneumatici speciali, così come accade a Pirelli in Formula Uno. Per esempio, in ogni weekend di gara, Pirelli offre due diverse mescole di pneumatici alle squadre della GP2. Le corse della GP2 si svolgono principalmente a margine delle gare di Formula Uno e rappresentano una delle tappe per arrivare al vertice delle corse motoristiche rappresentato dalla F1®.

Sotto la GP2 si trova la GP3. Anche quest’ultima si avvale di pneumatici Pirelli speciali, ma l’azienda fornisce un’unica mescola per evento. I giovani piloti hanno la possibilità di lavorare con Pirelli nell’arco della loro intera carriera a bordo delle monoposto perché Pirelli supporta in esclusiva anche molte delle nuove Formula 4 in paesi come Gran Bretagna, Italia e Germania per accompagnare la transizione dai kart alle auto.
Ma tutto questo è una goccia nel mare rispetto all’impegno di Pirelli nel vasto mondo delle gare motoristiche. L’azienda è fiera delle proprie tradizioni nei rally e questo è un altro settore in cui le potenzialità in termini di sviluppo e ricerca rimangono elevate.
Nei rally, le auto gareggiano spesso su neve e ghiaccio. Oppure nei climi aridi e polverosi dei deserti. O ancora sulla ghiaia, o sul fango. I piloti di rally devono poter essere competitivi – e vincere – su tutte queste superfici se vogliono essere i migliori. Lo stesso vale per Pirelli. Deve essere capace di vincere su tutte queste superfici per sottolineare l’eccellenza a 360° del suo prodotto.
E arriviamo così a un’altra variabile nelle attività motoristiche di Pirelli. Oltre a fornire i migliori pneumatici dedicati per alcune tra le categorie più importanti del mondo, Pirelli si impegna a fondo per far sì che tutti possano essere competitivi con i suoi pneumatici. I campionati nazionali di rally in ogni parte del mondo si vincono con i pneumatici Pirelli ed è quasi impossibile tenere il conto delle vittorie e dei campionati all’attivo della casa italiana.
Il segreto è da ricercare nell’attività di ricerca e sviluppo, condotta da alcuni tra i migliori ingegneri del settore, associata a una buona dose di esperienza. Pirelli è stata fondata a Milano nel 1872 e fornisce pneumatici da competizione dal 1907. Nel 1950 ha partecipato al primissimo campionato mondiale di Formula Uno. Storia e innovazione tecnologica fanno parte del suo patrimonio. Ma il successo di Pirelli non è legato soltanto alle quattro ruote. L’azienda è infatti fornitore ufficiale dei pneumatici del campionato mondiale Superbike della FIM, e anche di motocross.
Producendo pneumatici per tutte queste categorie, Pirelli impara lezioni preziose che applica a una varietà di contesti e condivide questa conoscenza con tutti i suoi reparti corse e team di ricerca. Il vincitore? Chiunque monti pneumatici Pirelli sulla sua auto o moto da corsa.

Continua a leggere