F1 GP: tutto ciò che occorre sapere su Barcellona

F1 GP: tutto ciò che occorre sapere su Barcellona 01

COSA VEDERE A BARCELLONA

Il Circuit de Barcelona-Catalunya, situato a circa mezz'ora dal centro città, ospita la Formula 1 e il Gran Premio di Spagna ogni stagione dal 1991, anno della sua costruzione. Solitamente la gara si svolgeva proprio nel cuore della città attorno al circuito cittadino di Montjuïc pericolosamente veloce, alternandosi con Jarama nei pressi di Madrid prima che l'evento fosse trasferito a sud di Jerez negli anni 1980.

A confronto, il moderno circuito di Barcellona è in qualche modo più tranquillo. È un tracciato che i team e i piloti conoscono estremamente bene per il numero di test che vengono eseguiti, per questo non ha mai dato spazio a troppe sorprese. Ciò non significa però che il circuito non ci abbia offerto alcuni momenti memorabili nel corso degli anni.

Un'immagine della primissima corsa su questo circuito nel 1991 rimane probabilmente la più iconica; la Williams di Nigel Mansell e la McLaren di Ayrton Senna affiancati sul lunghissimo rettilineo, con Mansell che fa il suo famoso ingresso nella Curva 1 sul circuito umido, per raggiungere la vittoria. Cinque anni più tardi arriva la prima epica vittoria di Michael Schumacher per la Ferrari su circuito bagnato. Nel 2001, Schumacher vince nuovamente grazie al duro colpo inflitto a Mika Hakkinen quando il suo motore va in panne proprio all'ultimo giro.

Più di recente, Pastor Maldonado tiene testa a Fernando Alonso aggiudicandosi un'improbabile vittoria al volante della Williams nel 2012, mentre nel 2016 il circuito fa da sfondo alla prima vittoria di Max Verstappen nella sua prima gara per Red Bull – dopo che la coppia su Mercedes Lewis Hamilton e Nico Rosberg si scontrano al primo giro.

F1 GP: tutto ciò che occorre sapere su Barcellona 02

GUIDARE A BARCELLONA

Il tracciato di Barcellona permette un test completo delle caratteristiche delle auto, è ideale per le prove e piacevole da percorrere. Il numero di curve ad alta velocità in particolare permette il vero e proprio test dell'aerodinamica dell'auto – e dei suoi pneumatici – con la lunghissima Curva 3 che genera una grande piega verso destra.

La parte centrale del giro è forse quella più divertente e impegnativa per i piloti, con la Curva 7-8 che è una chicane veloce sinistra-destra in salita che porta alla Curva 9 cieca verso destra – dove errori e testacoda possono essere frequenti, in particolare se soffia il vento.

La Curva 10 a tornante è stata ampliata nel 2021 e ora è ancora più veloce di prima. Questa è stata la prima maggiore modifica del tracciato dal 2007 quando una chicane è stata introdotta prima della curva finale per provare a migliorare le possibilità di sorpasso lungo il rettilineo principale. La parte iniziale del giro offre ancora la migliore possibilità per una competizione ruota a ruota, e non è insolito vedere piloti che rimangono affiancati lungo le Curve 1 e 2 entrando nella Curva 3.

VISITARE BARCELLONA

Forse l'aspetto più interessante che riguarda il Gran Premio di Spagna è che si tiene poco lontano da Barcellona, una delle città più straordinarie del mondo. Mentre alcuni decidono di dormire nei pressi del tracciato, è assolutamente possibile soggiornare in centro città e recarsi al circuito ogni giorno (è anche disponibile un servizio treni per evitare di utilizzare l'auto).

C'è così tanto da vedere e fare a Barcellona che è impossibile dire da dove è meglio iniziare, ma la Rambla – la trafficata strada pedonale attraverso il centro storico della città, costeggiata da bar e negozi – è sicuramente un must. Anche la zona del porto merita una visita (specialmente se amate i superyacht di lusso), come del resto i monumenti più famosi come la Sagrada Familia di Gaudi – la più incredibile cattedrale mai vista – e Park Guell, dove Gaudi ha effettivamente vissuto (è possibile visitare la sua casa, sui terreni del parco). Anche il Montjuic Park, con le sue viste su Barcellona, merita una visita, specialmente se siete interessati alla storia della Formula 1 o ai Giochi Olimpici (che si sono tenuti a Montjuich nel 1992).

Lungo il percorso ci sono posti straordinari da vedere: le tribune all'esterno della Curva 1 permettono di ammirare i punti migliori per sorpassare, mentre le tribune della Curva 3 mostrano le auto al massimo delle loro possibilità di deportanza.

Continua a leggere