F1 e Pirelli portano nelle scuole passione e tecnologia

Show more images

Pirelli collabora con il nuovo programma F1 in Schools Primary Class insieme per far appassionare i giovani alla Formula 1 e alle tecnologie che ruotano intorno al mondo dei Gran Premi.

F1 in Schools, il programma STEM globale più importante ed entusiasmante, si è recentemente ampliato per includere una competizione di livello Primary, stimolando l'interesse per la Formula 1 e coinvolgendo gli studenti con la sfida dell'apprendimento in azione: progettare e realizzare una monoposto di F1 in miniatura.

F1 in Schools Primary Class consente agli studenti di scaricare modelli di carta da ritagliare e modellare fino a costruire vere F1 in miniatura. Esiste un link web che mostra le sue potenzialità e possibili applicazioni. Con questi modellini di F1, una volta applicate quattro ruote, gli studenti potranno far gareggiare le proprie auto contro quelle di altri team della scuola, e potranno decorare e personalizzare i modellini secondo colori e sponsor delle F1 reali.

Pirelli ha aderito all’iniziativa con entusiasmo, fornendo adesivi con i trademark dei propri pneumatici: sia gli slick per asfalto asciutto sia le wet per il bagnato, con il disegno del battistrada da applicare sulle ruote in miniatura.

Formula 1 crede molto in questo programma indirizzato ai giovanissimi, tanto da annoverarlo fra le iniziative principali del suo programma di social responsibility e di lotta alle diversità e incoraggiamento all’inclusione. In più, l’attività è compresa nei programmi educativi denominati STEM (da scienza, tecnologie, ingegneria -in inglese engineering- e matematica) volti a incoraggiare lo studio delle materie scientifiche.

Al progetto hanno aderito tutti i team della Formula 1, che parteciperanno anche a vari momenti di presentazione e di condivisione promozionale - una volta che la situazione Covid-19 lo renderà possibile. Formula 1 spera di dare visibilità all’iniziativa in alcuni Grand Prix, o con eventi presso la sede dei team stessi e con la presenza di tecnici e piloti.

Gli studenti delle scuole che aderiranno in tutto il mondo potranno partecipare alle competizioni nazionali, con un percorso indirizzato a finali regionali e poi nazionali destinate a eleggere i vincitori di stagione.

Andrew Denford, fondatore e presidente di F1 in Schools, ha dichiarato in merito a questa partnership: "È fantastico che Pirelli si sia unita a noi per garantire che le nostre monoposto di In Schools Primary Class possano essere il più autentiche possibile. Tutti i Team di F1 hanno condiviso con noi le livree delle loro auto, quindi avere pneumatici marchiati Pirelli, e anche il battistrada, rende l'auto finita ancora più realistica”.

Continua a leggere