Dieci anni di Porsche
CUP GT3 Brasil

Immaginatevi Patrick Dempsey alla guida di una Porsche.
 
Nulla di strano, penserete, per una star di Hollywood. Ma se la star si trovasse a battagliare in una gara Gran Turismo vera e propria, contro una schiera di piloti professionisti pronti a darsi battaglia, questo sì che sarebbe strano.
 
No, non si tratta del trailer di un film dedicato al mondo dei motori. È tutto vero, ed è successo nel 2014: Patrick Dempsey – per intenderci, il dottor Derek Shepherd della serie americana “Grey’s Anatomy” – è sceso in pista a bordo di una Porsche 911 per la tappa di Interlagos della Porsche CUP GT3 Brasil, prima che si corresse il Gran Premio di Formula 1®, vinto poi da Nico Rosberg. 

Ma questo è solo un piccolo aneddoto per iniziare a raccontare la storia della Porsche CUP GT3 Brasil. 

Un’avventura iniziata nel 2005. Dieci anni fa sembrava impossibile per il Brasile godere di una competizione Gran Turismo Internazionale che corresse sui propri circuiti. Un sogno diventato realtà, e che continua ancora oggi nel segno dello spettacolo e dell’interesse di tantissimi appassionati. Pirelli lavora con Porsche sin dai primi passi di queste gare e, passo dopo passo, ha lavorato sodo per sviluppare gli pneumatici più performanti possibili, creati appositamente per le auto che scendono mordono l’asfalto della Porsche CUP GT3 Brasil da dieci anni. 

Era il 16 aprile 2005 quando partiva il primo Campionato Internazionale monomarca Porsche in Brasile, paese che storicamente ha sempre fornito alle competizioni motoristiche internazionali un gran numero di piloti di altissimo livello. Dai più recenti protagonisti del Campionato Mondiale di Formula 1® Rubens Barrichello e Felipe Massa, si può ripercorrere la storia dei motori all’indietro fino ad arrivare agli anni ’70, quando Emerson Fittipaldi conquistò due Campionati del Mondo – nel 1972 e nel 1974 – al volante prima della Lotus e poi della McLaren. Senza dimenticare il mito assoluto: Ayrton Senna, il pilota brasiliano per eccellenza. Il suo ricordo è ancora vivido nelle menti del popolo brasiliano e degli appassionati di motori di tutto il mondo. Ayrton occupa sicuramente un posto d’onore nel pantheon dei campionissimi della storia verdeoro e non solo.

Show more images

Tornando al 2005, la Porsche CUP GT3 Brasil ha preso il via da Interlagos, circuito che dal 1990 ospita ininterrottamente le gare del Campionato Mondiale di Formula 1®. In meno di un anno, la competizione ha guadagnato subito grande visibilità e la sua reputazione è cresciuta in maniera tale da essere considerata al pari dei maggiori eventi internazionali. La Porsche CUP GT3 Brasil ha aperto anche la tappa brasiliana del Campionato Mondiale di Formula 1® in diverse occasioni, godendo così anche dell’attenzione mediatica unica che ruota attorno al più prestigioso campionato internazionale dedicato alle vetture monoposto.

Dall’edizione 2007 è aumentato il numero delle auto in gara, fino ad arrivare a ventiquattro: già il doppio rispetto a quelle presenti ai blocchi di partenza della gara d’esordio di soli due anni prima. Le dimensioni sono cresciute, e sempre nello stesso anno si sono aggiunti al calendario due nuovi circuiti brasiliani: quello di Jacarepaguà e quello di Santa Cruz do Sul, negli stati di Rio de Janeiro e del Rio Grande do Sul.

L’internazionalità della competizione ha goduto di una continua ascesa, tanto che nel 2010 il campionato per la prima volta ha valicato il confine brasiliano: ci si è spostati in Argentina, sul circuito di Buenos Aires. Questa prima trasferta nella capitale argentina ha permesso alla competizione di accrescere notevolmente la propria notorietà anche in altri paesi. La dimensione internazionale ha portato il campionato a spingersi fino in Europa: nel Vecchio Continente si è gareggiato in Portogallo, prima sul circuito dell’Estoril e poi su quello modernissimo dell’Algarve. Una crescita costante negli anni, che culmina nel 2013 con il riconoscimento ufficiale della Porsche CUP GT3 Brasil da parte della FIA. E dal 2014 Pirelli è fornitore ufficiale per questa competizione.

Una storia di eccellenza dentro e fuori la pista, che prosegue anche nel 2016. 

Il campionato è infatti iniziato lo scorso 12 marzo, con la prima gara sul circuito di Curitiba. Nella città più multiculturale del Brasile - dove sono presenti grandi comunità di origine italiana, ucraina, tedesca, ebrea, polacca e addirittura giapponese - sono stati prima Daniel Schneider e poi Miguel Paludo a salire sul gradino più alto del podio, rispettivamente in Gara 1 e Gara 2 della tappa di apertura del calendario 2016. 

Lo spettacolo della Porsche CUP GT3 Brasil in questa stagione si spingerà solo una volta oltreconfine, sulla pista di Termas di Río Hondo in Argentina; poi resterà in Brasile: Curitiba, Mogi Guaçu, per due volte a Goiânia e per tre a Interlagos, dove il 13 novembre aprirà il weekend riservato alla Formula 1®, altra competizione preziosa per Pirelli per la sperimentazione e lo sviluppo dei propri pneumatici, che andranno a calzare le auto delle più prestigiose case automobilistiche del mondo. 

Per restare sul mondo delle gare: Interlagos sarà sicuramente un’occasione per ospitare qualche celebrità. A chi toccherà dopo Patrick Dempsey?

Continua a leggere