Cosa sarà della
Blancpain GT Series?

Show more images

Più grande e più bello nel 2018
La Blancpain GT Series 2017 è finita, ma sono già stati fatti progetti per il 2018 e ci saranno alcuni cambiamenti per rendere il campionato ancora più grande e più bello, e mettere l’accento su vetture premium e prestige che sono legate a Pirelli. 
La serie, che è gestita da SRO Motorsports Group, è diventata sempre più forte da quando ha raccolto l’eredità di quella che fino al 2013 era la FIA GT Series. Presenta uno schieramento di vetture GT3 e GT4, oltre a piloti dilettanti e professionisti, per cui è un campionato cui può partecipare chiunque. 
Pirelli è coinvolta come fornitore unico di pneumatici fin dall’inizio, dando i suoi iconici pneumatici P Zero all’intera griglia. Questo, oltre ai regolamenti sul balance of performance, assicura che ogni macchina sia sullo stesso piano delle altre, portando a gare molto competitive. È questa la chiave della sua popolarità, oltre al fatto che le vetture sono abbastanza simili alle supercar che si possono acquistare negli showroom. È lì che si va se si vuole vedere una Ferrari che corre contro una Lamborghini. E chi non vorrebbe assistere a questa sfida? 

Qualcosa per tutti
Nel 2018 SRO ha deciso di limitare il numero di team Pro a 26, rendendo la serie più interessante per i piloti non professionisti. Nel 2017 le vetture Pro sono state 32. Ma saranno fatte delle eccezioni per la Total 24 Ore di Spa. 
Continuando a concentrarsi sui piloti dilettanti, i team della Pro-Am Cup per le gare di endurance saranno composti unicamente da due piloti Bronze e da uno professionista, rispetto al 2017 che vedeva due piloti Silver e uno Bronze. Questo sarà leggermente diverso per la 24 Ore di Spa, dove il line up sarà di due piloti Platinum e due Bronze. Per i round sprint, lo schieramento resta lo stesso del 2017. 
Coi nuovi regolamenti cambieranno anche i round endurance, per permettere a tutti i piloti di far parte dell’azione. La griglia di partenza sarà decisa dalla combinazione di tempi di tutti e tre i piloti, con l’eccezione di Spa. Ciascun pilota inizierà le qualifiche su un set nuovo di pneumatici. 
Per le gare sprint sarà adottato un format GT3 più tradizionale per le qualifiche, con un pilota che parteciperà alla qualifica 1 (che deciderà la posizione di partenza di Gara 1) e l’altro pilota che prenderà parte alle qualifiche due, che decideranno la griglia di Gara 2. 

Un tour high-speed dell’Europa – e Macao
La stagione 2018 prenderà il via il prossimo marzo coi test, il primo round si svolgerà in aprile a Zolder, Belgio. Di seguito il calendario completo, che tocca alcune delle piste più famose d’Europa: 

Giorni di test  

  • Paul Ricard – 13-14 marzo

  • Round 1 (Sprint) – Zolder – 7-8 aprile

  • Round 1 (Endurance) – Monza – 21-22 aprile

  • Round 2 (Sprint) – Brands Hatch – 5-6 maggio

  • Round 2 (Endurance) – Silverstone – 12-13 maggio

  • Round 3 (Endurance) – Paul Ricard – 2-3 giugno

  • Round 3 (Sprint) – Misano – 23-24 giugno

  • Spa 24 Hours Test Day – 3 luglio

  • Round 4 (Endurance) – Spa 24 Hours – 26-29 luglio

  • Round 4 (Sprint) – Ungheria – data e luogo TBC

  • Round 5 (Sprint) – Nurburgring – 15-16 settembre

  • Round 5 (Endurance) – Barcellona – 29-30 settembre

Il campionato promosso da SRO – diretto dall’imprenditore Stéphane Ratel – gestisce molti altri campionati, inclusa l’imminente FIA GT World Cup di Macao, una delle gare più emozionanti nel calendario GT. Pirelli è fornitore esclusivo di pneumatici anche per questo evento unico, che riunisce i nomi più importanti delle corse GT, e per quest’anno ha introdotto il nuovo Premio ‘Speed Hero’, che andrà al pilota che farà la pole position. 

Continua a leggere