Che lo show
abbia inizio

Show more images

Round one
L’Autosport International Show, che si svolge ogni gennaio a Birmingham, seconda città della Gran Bretagna, è esattamente ciò che promette nel nome. Si tratta di un international show interamente dedicato al motorsport: cosa che lo rende unico all’interno del mondo dell’auto. Di conseguenza, ogni anno è considerato a tutti gli effetti il primo round della stagione del motorsport.
Ed è inevitabile che in qualunque show dedicato alle corse Pirelli abbia un ruolo di primo piano – dato che è l’azienda di pneumatici al mondo più strettamente associata con il motorsport high performance.
Ampia parte di questo riconoscimento deriva ovviamente dal mondo della Formula 1®, ecco perché i visitatori dello show – che ogni anno attrae circa 100.000 persone – erano impazienti di vedere per la prima volta da vicino e di persona i nuovi pneumatici F1® in dimensioni 2017. 
Ma ci sono circa altri 300 campionati in cui Pirelli è impegnata, e l’Autosport International Show offre una vetrina perfetta per molti di loro. In particolare, lo show di quest’anno ha celebrato il mondo delle corse in Gran Bretagna: considerata da molti la casa spirituale del motorsport. Con otto degli 11 team di Formula 1® con sede in UK, è un Paese che vive e respira la cultura delle corse. E questo è evidente nella popolarità pura dello show.


Stand centrale
Lo stand Pirelli, che ha ospitato numerose vetture, gamme di pneumatici oltre a un simulatore di F1® e giochi di reazione, oltre a un’hospitality e luoghi di incontro, è un punto focale dello show. Quest’anno in mostra c’era una Ligier LMP3, che sarà la protagonista del nuovo LMP3 Cup Championship. Questa nuova Serie, con un calendario sui più prestigiosi circuiti britannici, è fornita in esclusiva da Pirelli ed è ideata per permettere ai piloti di muovere i primi passi verso le gare di endurance top riservate ai prototipi, in linea con la filosofia Pirelli di aiutare i giovani piloti nelle loro carriere. Nello stesso spirito, in mostra anche una monoposto della British Formula 3 oltre a una Aston Martin Vantage GT3, impiegata nel British GT Championship.
Diversi special guests hanno fatto visita a Pirelli durante lo show, incluse alcune delle star più brillanti ed emergenti delle corse internazionali. 
Tra gli ospiti Lando Norris, vincitore lo scorso anno del prestigioso McLaren Autosport BRDC Award (e che come parte del premio farà un test con una McLaren Formula 1®), così come il vincitore della 24 Ore di Spa Alexander Sims, il campione del British GT Derek Johnston e il vincitore GT Cup Jordan Witt. 
Tutti sono stati intervistati sul palco Pirelli dal pilota e vlogger Archie Hamilton, in diretta su Facebook Live con domande fatte dai fans. Il 25enne ha una ricca eredità nel motorsport: suo nonno era infatti Duncan Hamilton, vincitore della 24 Ore di Le Mans 1953 su una Jaguar C Type. Potete visitare il canale di Archie su: https://www.youtube.com/channel/UC2CMXqVmLsmHU4bsaA8Eu0g

Fast and furious
Tra gli altri visitatori, il direttore motorsport Pirelli Paul Hembery, presente sul palco principale di Autosport per parlare della stagione di Formula 1® di quest’anno e di quello che ci si può aspettare dai nuovi regolamenti e dai pneumatici in dimensioni 2017. “Penso che quest’anno assisteremo a nuovi record sul giro”, prevede. “Adesso abbiamo un obiettivo diverso, ovvero assicurare meno degrado rispetto alle precedenti stagioni, per cui i piloti dovrebbero riuscire a spingere più di prima”.
Tra i presenti, uno dei più interessati ad ascoltarlo è stato Lance Stroll, che all’Autosport Show ha fatto una delle sue prime apparizioni pubbliche come pilota Williams F1®. Un’altra celebrità presente è stato il campione del mondo 1997 Jacques Villeneuve.
Ma l’Autosport Show non è solo corse e piloti. L’appeal deriva proprio dalla sua varietà. Oltre a cercare di avere un autografo dalle stelle della F1®, è stato possibile vedere alcune delle supercar McLaren guidate nella live action arena, provare il simulatore F1® Pirelli o persino acquistare all’asta una Porsche 924 preparata corsa, in precedenza guidata da Richard Hammond in Top Gear. C’è stato davvero qualcosa per tutti – ecco esattamente perché l’Autosport International Show può essere considerato il primo round della stagione del motorsport 2017. Qualunque categoria seguiate.

Continua a leggere