Cala il sipario ad Abu Dhabi sull’incredibile stagione di Formula 1

Cala il sipario ad Abu Dhabi sull’incredibile stagione di Formula 1 01

Come è assistere alla gara ad Abu Dhabi?

Da quando il circuito Yas Marina di Abu Dhabi ha fatto il suo debutto nel calendario della Formula 1 nel 2009 e ogni anno ha ospitato la gara finale della stagione, eccetto tre volte – e comunque ogni stagione dal 2014. Ciò significa che ha già visto un buon numero di gare decisive del campionato nella sua esistenza relativamente breve.

La prima è stata nel 2010, l'unica volta nella storia della Formula 1 in cui quattro piloti sono arrivati alla gara finale con la possibilità di ottenere il titolo di campione. Sebastian Vettel si è aggiudicato il titolo di vincitore più giovane della storia e in questa occasione Fernando Alonso ha scoperto quanto possa essere difficile sorpassare, essendo rimasto incastrato dietro alla Renault di Vitaly Petrov per la maggior parte della gara.

C'è poi stato lo spettacolare giro decisivo finale nel 2021, quando un altro giovane pilota della Red Bull – Max Verstappen – ha ottenuto il suo primo titolo. Quest’anno Verstappen ha già ottenuto il suo secondo titolo mondiale prima di arrivare a Yas Marina, ma la scintillante struttura moderna garantisce sempre uno spettacolo impressionante indipendentemente dalle sorti del campionato - con corse che iniziano al tramonto e terminano sotto la luce dei riflettori. Di recente si è anche puntato ad aumentare il tasso di emozione generato dalle gare, grazie ad una serie di modifiche al tracciato mirate a migliorare l'esperienza degli spettatori.

Cala il sipario ad Abu Dhabi sull’incredibile stagione di Formula 1 02

Come è guidare ad Abu Dhabi?

Fin dalla sua apertura, il circuito Yas Marina è composto da tre settori distinti. La prima parte presenta alcune curve relativamente veloci, in particolare le ampie Curve 2 e 3. Il settore centrale è sempre stato dominato da due lunghi rettilinei, che hanno garantito le migliori opportunità di sorpasso nelle zone di brusca frenata. Il settore finale è sempre stato considerato molto simile ad un circuito su strada in mezzo alla natura, con una serie di curve più strette quando il tracciato si snoda oltre il porto turistico e al di sotto del W Hotel.

Nella stagione 2021 sono state introdotte una serie di significative modifiche al layout, con lo scopo di offrire maggiori possibilità di sorpasso. Sono state apportate modifiche ad ogni settore, eliminando la chicane che formava le Curve 5 e 6 per dare ai piloti la possibilità di correre più ravvicinati prima del primo rettilineo. Al termine del secondo rettilineo, è stata creata una grande curva sopraelevata al posto delle complicate Curve dalla 11 alla 14. E verso la fine del giro, diverse curve sono state modificate per renderle più veloci e scorrevoli.

Nella prima corsa di Formula 1 dopo queste modifiche, la Curva 5 e la Curva 9 rinnovate hanno entrambe giocato un ruolo importante nella spettacolare conclusione della stagione 2021. Quest'anno dal punto che la gara è un po’ meno decisiva potrebbe garantire un test più accurato sulle modifiche apportate al tracciato. Essendo utilizzato come circuito di prova (anche quest'anno) si tratta di un circuito che i piloti conoscono bene e si godono al massimo.

Cala il sipario ad Abu Dhabi sull’incredibile stagione di Formula 1 03

Come è visitare Abu Dhabi?

Per molti anni Abu Dhabi è stato il "vicino di casa" trascurato di Dubai, oggi ha finalmente ottenuto la sua giusta importanza – in buona parte grazie alla pubblicità generata dal gran premio.

Ma non è solo questo: è stato fatto anche un grande investimento nelle infrastrutture locali che fanno di Abu Dhabi oggi giorno una destinazione turistica a pieno diritto. Il Ferrari World è stato inaugurato nello stesso periodo del circuito Yas Marina: un parco a tema dedicato al mondo Ferrari, dove è possibile sperimentare la stessa accelerazione percepita dal pilota di Formula 1, facendo un giro sulle montagne russe.

Più di recente è stato aperto il Louvre Abu Dhabi, un'organizzazione associata al celebre museo d'arte di Parigi, che merita assolutamente di essere visitato.

La maggior parte delle persone giungono ad Abu Dhabi anche solo per approfittare del sole in inverno e per godere delle spiagge sabbiose e degli sport d'acqua in un periodo in cui in Europa si muore dal freddo. Una famosa località è l'Isola Saadiyat, nei pressi del circuito di Yas Marina: un luogo in cui anche le superstar della Formula 1 come Toto Wolff hanno passato vacanze post-stagione.

Più vicino alla città, anche la cornice di Abu Dhabi presenta una serie di hotel e ristoranti di lusso: l'Emirates Palace Hotel è uno dei più sontuosi al mondo. Una moltitudine di centri commerciali asseconda ogni smania di shopping.

Ma c'è un affascinante segreto che riguarda Abu Dhabi. Non occorre percorrere lunghe distanze per raggiungere il deserto, che offre un paesaggio contrastante rispetto alla spumeggiante costa. Potete fare safari a bordo di un dune buggy oppure fare campeggio in una tenda di beduini: le possibilità sono illimitate. La bellezza desolata del deserto è qualcosa che tutti dovrebbero sperimentare almeno una volta.

Il gran premio è sicuramente divertente, ma perché accontentarsi solo dei cavalli di potenza se si possono avere anche i “cammelli di potenza”?

Continua a leggere