A Izmit la fabbrica dei campioni Pirelli

Pirelli chiude la sua 110ª stagione Motorsport, contrassegnata da una lunga serie di successi, aprendo le porte della sua “Fabbrica dei Campioni”: lo stabilimento di Izmit, in Turchia, nel quale vengono prodotti i pneumatici destinati alla gran parte delle competizioni, ad eccezione della F1, in cui la P lunga è impegnata nel mondo. 

Costruito nel 1960, il polo industriale di Izmit è stato il primo impianto dedicato alla produzione di pneumatici in Turchia. Dal 2007 ospita la linea produttiva per le gomme Motorsport Pirelli e attualmente produce, all’anno, 403 diversi tipi di pneumatici da corsa. Con i suoi 20.000 m² di estensione, impiega oltre 250 persone, dedicate alla sola attività racing. Insieme al centro di Ricerca e Sviluppo di Milano, la fabbrica turca è uno dei pilastri del Motorsport Pirelli, la cui strategia, ispirata al continuo sviluppo e alla stretta collaborazione con Team e Case auto, ha fatto della Bicocca la società più impegnata nello sport.  

Nel solo 2017, l’azienda milanese ha, infatti, fornito circa 460 campionati, sia su due che su quattro ruote. Concentrandosi esclusivamente sulla parte vettura, sono 226 le competizioni presidiate da Pirelli, di cui 157 pista e 69 rally, e sono circa 1200 le gare che ogni anno vedono in azione i pneumatici con la P allungata. 
Numeri la cui crescita è lontana dall’arrestarsi. Nel 2018, infatti, a questi andrà ad aggiungersi il Mondiale Rally. Per la P lunga si tratta in realtà di un ritorno: già nel 1973, anno di inizio del Campionato, Pirelli era presente e sono ben 25 i titoli e 181 le vittorie che compongono il palmarès rally della Bicocca. 

Show more images

Tutti i pneumatici necessari a supportare gran parte di queste attività, ad esclusione della F1, vengono realizzati nello stabilimento di Izmit partendo da modelli di simulazione, mescole e strutture messe a punto dalla Ricerca e Sviluppo milanese. Condivisa con Milano non è solo la tecnologia ma la filosofia alla base dei prodotti: il “perfect fit”, il pneumatico studiato per rispondere alle esigenze specifiche del cliente, viene infatti declinato anche nei prodotti sportivi. Ed è proprio questa filosofia che ha portato Pirelli alla leadership incontrastata nel segmento delle auto Prestige e delle supercar (con circa il 50% di quota).

Fedele alla sua tradizione di supportare i giovani talenti (si pensi al sedicenne Oliver Solberg o al diciassettenne Kalle Rovanpera) ed aiutarli ad emergere nel Motorsport attraverso programmi dedicati, per la prossima stagione Pirelli sarà anche fornitore esclusivo del Junior World Rally Championship. Tutti i pneumatici Pirelli che verranno utilizzati nel WRC del prossimo anno saranno prodotti a Izmit.  

Dallo stabilimento che si trova a circa 100 km da Istanbul partono anche i pneumatici dedicati al Gran Turismo, una delle specialità di Pirelli, ad iniziare dalla serie regina: il Blancpain GT. Il campionato più importante al mondo dedicato alle vetture GT3 ha, infatti, utilizzato esclusivamente pneumatici Pirelli nel corso del 2017. 

Le competizione gran turismo sono per Pirelli un importante banco di prova poiché vi si sfidano le più prestigiose Case auto che, anche per i prodotti stradali, scelgono pneumatici della P lunga. L'attrattiva di queste gare risiede proprio nell’utilizzo di supercar simili a quelle che Pirelli fornisce in primo equipaggiamento tutti i giorni. A questo proposito, in termini di numero di produttori presenti, il Pirelli World Challenge è sicuramente il campionato più rappresentativo per Pirelli. Sono, infatti, ben 20 i diversi marchi Premium e Prestige che vi partecipano. Tutti, ovviamente, gommati con pneumatici realizzati ad Izmit. Pneumatici che riescono ad adattarsi ed esaltare le caratteristiche molto diverse di ciascuna vettura, contribuendo a rendere le 11 gare che si svolgono negli Stati Uniti sempre più ravvicinate e spettacolari.

Se la competizione americana è quella con il maggior numero di brand partecipanti, la  24 ore del Nurburgring è invece la gara fornita da Pirelli in cui si presenta il maggior numero di concorrenti: sono infatti oltre 200 in media le vetture che regolarmente vi prendono parte. Vetture molto diverse tra loro, a dispetto invece dei Campionati monomarca di cui Pirelli è fornitore esclusivo (come il Ferrari Challenge o il Lamborghini Super Trofeo), dove, a fare la differenza, è unicamente il pilota. 

Ancora ad Izmit vengono prodotte le coperture per la 24 Ore Spa, l’evento clou del Blancpain GT Series. Quella belga è sicuramente la gara più impegnativa, da un punto di vista logistico e di organizzazione, per gli uomini Pirelli. 
Quest’anno la P lunga ha messo a disposizione, nel solo weekend di Spa, ben 13.000 pneumatici, trasportati da 24 camion, ed una squadra di 80 fitter in grado di montare e consegnare un pneumatico ogni 14 secondi .

Per far fronte a questo enorme impegno, che si dipana in tutti gli angoli del mondo (dal Brasile con la seguitissima serie Stock car, all’Asia con Campionati come il GT cinese e il FIA GT World Cup a Macao), Pirelli si affida ad una squadra di 1000 persone, che lavorano sia on sia off track. Come i giovani che compongono il team di Izmit. Perché il vero segreto per il successo di Pirelli, non solo nel Motorsport, è la passione e la competenza dei suoi uomini.

Continua a leggere