24h di SPA: la più grande avventure nelle corse GT

LA MAGIA DI SPA

C'è un alone quasi mistico che avvolge Spa-Francorchamps. Chiedetelo a qualsiasi pilota e vi farete un'idea chiara di quanto sia speciale la sensazione prodotta dal guidare lungo i 7.004 chilometri del circuito, situato nel bel mezzo della vasta Foresta delle Ardenne. Per un weekend all'anno, il circuito belga diventa il centro del mondo per Pirelli.

Pirelli invierà 13.000 pneumatici a Spa-Francorchamps questo weekend, essendo fornitore esclusivo non solo nel campo delle GT World Challenge, con una capacità di ingresso di 65 auto, ma anche per tutte le categorie di supporto che vi prendono parte.

Queste includono l'unico campionato Lamborghini Super Trofeo Europe, le GT2 European Series e GT4 European Series organizzate da SRO Motorsport, nonché le categorie monoposto: Formula Regional European e FFSA French Formula 4.

Trasportare tutti questi pneumatici dal/al circuito è a dir poco un'impresa titanica; non sorprende quindi che la 24 Ore di Spa sia la più grande, la più affollata e la più importante gara dell'intera stagione. Sono necessarie più di 100 persone del team Pirelli per prestare assistenza alle necessità di tutti i team, con uno stabilimento dedicato vicino al paddock, che è come una mini fabbrica di pneumatici, che lavora giorno e notte. Ha perfino il proprio ristorante.

PNEUMATICI SUL CIRCUITO

Ciò che fa letteralmente girare le ruote sono gli pneumatici. Con la sostituzione del composto DHE ormai in disuso, lo pneumatico DHF è un prodotto completamente riprogettato che sarà utilizzato per tutte le categorie quest'anno, popolate dai più prestigiosi produttori di auto al mondo, da Aston Martin a Porsche. Non è solo una questione di pneumatici. Il modo in cui vengono utilizzati fa parte di una strategia globale che è altrettanto importante. A volte, c'è poco margine di scelta, perché la pioggia è un fattore molto comune. I microclimi sono caratteristici della regione Ardenne e, due anni fa, la gara è stata sottoposta a red flag per quasi sette ore la domenica mattina, a causa delle precipitazioni torrenziali verificatesi nel corso della notte precedente. Ci sono anche la lunghezza e la topografia del circuito, le cui condizioni possono variare in modo estremo da una parte del circuito all'altra. È importante avere una strategia solida a Spa, ma è altrettanto importante che essa sia estremamente adattabile. Così come per le condizioni meteo, Full Course Yellows può interrompere le attività regolari. Queste sono ottime opportunità per fare un pit stop, perdendo meno tempo che in circostanze normali. Ma è un fattore non sempre pianificabile. Come ha affermato un responsabile di team dotato di grande esperienza: "È necessario trovare il delicato equilibro tra fortuna e giudizio...".

COME PRENDERE PARTE A QUESTO GIOCO

Salvo in caso di pioggia, non è possibile utilizzare tutti gli pneumatici che uno desidererebbe e sperare per il meglio. Ai team sono concessi massimo 30 set di pneumatici asciutti, che devono essere utilizzati dalle prove libere in poi. Due set, a partire dal giorno di prove ufficiale, possono essere trasportati come parte dei 30 set assegnati, mentre un nuovo set aggiuntivo è ammesso solo per le prime 10 auto che si qualificano (che deve essere usato nella sessione Super Pole). Non sono tuttavia previste limitazioni sugli pneumatici in caso di condizioni meteo piovose. Nonostante Spa-Francorchamps sia un circuito lungo, il traffico può diventare un'ulteriore sfida da superare. È facile capire il perché. In totale, parteciperanno 23 Pro, con Porsche e Mercedes che schiereranno il numero più alto di auto tra le varie classi, con 13 unità. Audi sarà rappresentata da 12 auto mentre Lamborghini, che non ha mai vinto la 24 Ore di Spa pur essendoci arrivata vicino, presenterà nove auto; alla griglia saranno presenti anche cinque auto da BMW e Ferrari. McLaren avrà quattro auto, Aston Martin tre, mentre Bentley schiererà la solitaria Continental GT3.

Ferrari ha vinto la gara mozzafiato dello scorso anno, a seguito di un sorpasso sensazionale di Alessandro Pier Guidi, nonostante la fortissima pioggia che aveva colpito il circuito l'ora prima.

SEGUIRE LE AZIONI

Dopo un test privato, previsto per martedì 26 luglio, e il ritorno della parata tradizionale dal circuito verso la città di Spa il giorno successivo, l'azione competitiva avrà realmente inizio con le prove libere giovedì 28 luglio. Le prove inizieranno alle 10:50, mentre le pre-qualifiche avranno luogo alle 16:15. Si passerà quindi alle qualifiche, secondo il tradizionale format Q1-Q4, con inizio alle 20:40, prima delle prove notturne, che inizieranno alle 22:20. Il Super Pole per le 20 auto più veloci dalla qualifica avrà luogo venerdì 29 luglio alle 19:01, mentre la gara stessa avrà inizio sabato alle 16:45.

Quello che accadrà dopo sarà imprevedibile...

Continua a leggere